Soggiorno

Soggiorno

Una zona polifunzionale

Il soggiorno è indubbiamente la stanza più vissuta della casa, quella più curata nell’arredamento e nei dettagli. Sontuoso o minimalista, ampio o ridotto, è un luogo polifunzionale a tutti gli effetti: generalmente, include una zona pranzo, una zona relax con divani e cuscini ed uno spazio dove accogliere ospiti ed amici. Per questo motivo, di norma viene allestito nel locale più ampio e meglio illuminato, in modo tale da renderlo confortevole in ogni sua funzione.

Un’attività non deve disturbare l’altra, nel limite del possibile: nell’angolo pranzo devono essere presenti una tavola (possibilmente allungabile), un buon numero di sedie ed eventuali componenti d’arredo per riporre ordinatamente piatti e stoviglie.
Nel soggiorno si ricevono gli amici, si guarda la televisione, si fa conversazione, si legge un libro, si ascolta la musica comodamente seduti su divani o poltrone, ci si dedica completamente ad un totale relax. Di conseguenza, l’angolo conversazione o quello adibito al riposo, dovranno prevedere una libreria, un mobile bar, un sistema high five, televisione e quant’altro si ritenga utile alle varie occorrenze.

L’illuminazione

Essendo una stanza polifunzionale, è meglio distribuire nel soggiorno vari punti luce, in modo tale da moltiplicare gli elementi di richiamo per gli occhi e fornire, allo stesso tempo, un’immagine globale dell’ambiente. Il numero dei punti luce deve essere proporzionale alla dimensione della stanza, in modo tale che ogni zona sia provvista di un’illuminazione indipendente.
Sul tavolo è preferibile adottare una luce localizzata, ottenuta con un lampadario a sospensione.

Per la zona conversazione è invece più adeguata un’illuminazione diffusa, ottenibile con una lampada da tavolo o da terra.
La zona lettura deve disporre di una luce diretta che non abbagli o crei riflessi. Le posizioni ideale è a destra della poltrona, sul comodino, oppure sopra il centro del divano.

Librerie, mobili, mensole e oggetti di arredo

Il tavolo è il protagonista indiscusso della zona pranzo. Rettangolare, quadrato o rotondo, deve essere scelto in base alle esigenze quotidiane. In ogni caso, va collocato in modo tale che i commensali abbiano a disposizione almeno 60 cm. Occorre tenere conto anche delle dimensioni delle sedie e dello spazio necessario per muoversi agevolmente attorno ad esso.

E’ indispensabile anche un mobile per il televisore: le soluzioni in questo campo soddisfano ogni esigenza di spazio. Anche per la gestione dei libri, le soluzioni offerte dal mercato sono molte. I libri tendono ad accumularsi col passare del tempo: avendo a disposizione sufficiente spazio è quindi preferibile una soluzione modulare, che permetta di collocarli in fasi successive. Per ottimizzare lo spazio sono ideali le librerie incassate nel muro, se si desidera nascoste dietro ante cieche o a vetri (per riparare libri e soprammobili dalla polvere).

In alternativa, le mensole affrancate al muro (di legno o di metallo) hanno il vantaggio di poter essere poste in serie con uno scarso ingombro, offrendo anche una maggiore versatilità di utilizzo. In tal caso, però, non viene risolto il problema della polvere.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine